L’Olio: da condimento a protagonista

L’olio ha sempre ricoperto un ruolo importante all’interno della nostra alimentazione. Figlia della Dieta Mediterranea, la nostra tradizione culinaria ha sempre usato l’olio non solo per cucinare o condire ma anche come elemento per esaltare i sapori.

Sono anni che attraverso la ricerca medica e la comunicazione enogastronomica, si cerca di diffondere maggior cultura alimentare per creare consumatori attenti e consapevoli. Per fortuna con l’olio si stanno facendo passi avanti: dai supermercati ai ristoranti sono sempre di più coloro che cercano di esaltarlo.

Non solo si leggono le etichette per cercare di capire la provenienze e le caratteristiche, ma si va alla ricerca del prodotto genuino. Questo è confermato dal fatto che il consumatore è disposto a spendere di più, magari anche a spostarsi per andare a comprare l’olio direttamente dal produttore senza passare per la grande distribuzione.

Anche i ristoranti o le pizzerie stanno facendo tanto per ridare lustro ad alimento così antico. Basti pensare al fatto che sempre più spesso viene portata al tavolo la bottiglia dell’olio con tanto di etichetta o addirittura una selezione di oli in base alla pietanza ordinata, inoltre anche gli chef hanno iniziato ad usare sempre più spesso l’olio a crudo, così da non alterarne le proprietà organolettiche e permettere al cliente di apprezzarlo in tutta la sua complessità.

Probabilmente c’è ancora tanto da fare ma i mezzi di comunicazione, le riveste o le guide di settore, insieme alla ricerca hanno sicuramente migliorato la situazione insieme alla consapevolezza che l’olio extra vergine d’oliva è un alimento sano e nutriente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *